06 febbraio 2020

Coronavirus. Morto medico 34enne che aveva dato l’allarme per primo: era anche stato arrestato 

È morto proprio a causa del coronavirus cinese Li Wenliang, il medico che per primo aveva lanciato l’allarme su una chat con alcuni ex studenti di medicina. A riportare la notizia è il Global Times, ripreso da molti media internazionali che parlano di centinaia di messaggi di dolore e sconcerto apparsi sui social cinesi.

Il medico aveva saputo che ad alcuni pazienti provenienti da un mercato ittico locale era stata diagnosticata una malattia simile alla Sars e avendo dato un’occhiata ad alcuni test effettuati nello stesso ospedale in cui prestava servizio, si era convinto si trattasse di un coronavirus.

Wenliang era poi stato screditato, minacciato e infine arrestato dalle autorità cinesi con l’accusa di diffamazione. Una volta esplosa l’epidemia, la sua posizione è stata riabilitata dalla magistratura e Li era stato riammesso in corsia per aiutare a curare i contagiati.

È stato allora che anch’egli ha contratto il virus. Il 12 gennaio scorso era stato ricoverato in condizioni allarmanti che si sono poi aggravate con il passare del tempo tanto da costringerlo in terapia intensiva.

In molti lo ricordano adesso come “Un eroe”.

Fonte: TgCom 24

Condividi su:



Articoli Correlati