03 febbraio 2020

Ospedali del vesuviano, arriva la svolta: l’Asl annuncia rinforzi

Arriva una notizia positiva per i due ospedali ai piedi del Vesuvio – Agostino Maresca di Torre del Greco e Madonna delle Nevi di Boscotrecase – dove a partire dal prossimo mese saranno inviati rinforzi in supporto all’equipe medica. La decisione di potenziare le unità in servizio nelle due strutture sanitarie, arriva direttamente dall’Asl Napoli 3 Sud, guidata dal direttore generale Gennaro Sosto.  

Infatti, come ha spiegato il manager ASl, si tratterà di una riorganizzazione con l’obiettivo di ottenere il massimo dalle risorse umane e strumentali delle due strutture sanitarie di Torre del Greco e Boscotrecase. Inoltre, l’intervento servirà a sopperire alle carenze registrate nelle due strutture negli ultimi anni: non è un mistero che i due ospedali da troppo tempo presentano criticità legate proprio all’assenza di camici bianchi in servizio.

Il nuovo piano operativo

Dunque, dopo la visita del direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud è arrivato il via libera al programma di riorganizzazione e potenziamento delle attività operatorie presso gli ospedali di Torre del Greco e Boscotrecase, messo a punto in collaborazione con il responsabile aziendale del dipartimento chirurgico Gaetano Sannino: saranno concentrate – secondo il nuovo piano dell’Asl Napoli 3 Sud – le prestazioni ambulatoriali complesse coordinate (cosiddette Pacc), i day surgery otorinolaringoiatri, urologici e tutta l’oculistica, con la chirurgia garantita. A Boscotrecase, invece, sarà potenziata l’urgenza chirurgica per le attività che necessitano di interventi entro le sei ore.

I numeri del 2019

La scelta dei vertici dell’Asl Napoli 3 Sud è stata dettata dai dati di operatività della chirurgia di Torre del Greco nel 2019: su un totale di 296 operazioni, infatti, 237 interventi – 24 di chirurgia d’urgenza e solo sei di chirurgia d’urgenza notturna – sono stati di chirurgia ambulatoriale. Dati alla mano, circa il 60% del totale.

Le ragioni dell’Asl Na 3 Sud

Gli sforzi dell’azienda – spiega il direttore sanitario dell’Asl Napoli 3 Sud, Gennaro Sostosono rivolti all’utilizzo intensivo e appropriato delle strutture e degli operatori disponibili in rispondenza ai livelli essenziali di assistenza e in osservanza del piano salute nazionale del triennio 2020-2022 che punta a utilizzare un setting assistenziale con l’implementazione del day surgery e dei Pacc. È con queste iniziative che l’ospedale Maresca viene messo in sicurezza ai fini degli obiettivi di rilancio”.

 

Condividi su:



Articoli Correlati