24 gennaio 2020

Virus cinese, aumentano i morti e le città restano isolate, primo caso sospetto in Italia

Sale a 26 il numero delle vittime in Cina per il misterioso virus che fa paura al mondo. La Commissione sanitaria nazionale cinese conferma anche che 830 persone sono state contagiate dal nuovo coronavirus. Isolate altre quattro grandi città dopo Wuhan.

Le autorità sanitarie americane stanno monitorando altri casi sospetti in Texas e il Ministero della Sanità giapponese ha confermato nel Paese un secondo caso. Si tratta di un uomo che ha viaggiato a Wuhan, la città focolaio dell'epidemia.

Aumentano anche i casi segnalati in Europa, 4 in Scozia, 2 in Francia, ma che nelle ultime ore che si sono però rivelati falsi allarmi.

Il virus verso l’Italia, caso sospetto a Bari

E nel tardo pomeriggio di ieri è arrivata una segnalazione in Italia, un caso sospetto a Bari: una donna proveniente dalla Cina è ricoverata nel Policlinico di Bari perché arrivata al pronto soccorso con sintomi apparentemente influenzali, febbre e tosse.

Sono state attivate tutte le procedure previste per prevenire la diffusione del virus, ma si tratterebbe di un’altra patologia, più precisamente un micoplasma. Ora si attende conferma dallo Spallanzani di Roma, dove è stato inviato il campione.

Il virus contratto da serpenti e pipistrelli

Il virus, spiega la ricerca, sarebbe nato da una combinazione di coronavirus, uno individuato in pipistrelli e un coronavirus sconosciuto che probabilmente risiedeva nei serpenti. I ricercatori hanno appurato che i pazienti infettati erano stati in qualche modo a contatto con animali selvatici o mercati dove questo tipo di animali veniva trattato o venduto.

Fonte: ANSA, La Repubblica

Condividi su:



Articoli Correlati