23 gennaio 2020

Influenza, impennata di gennaio: quasi 500 milioni di contagi

Il bollettino della rete Influnet dell'Istituto Superiore di sanità (Iss) ha censito nella terza settimana del 2020, circa 488mila casi che hanno portato il totale dei casi, dall'inizio della sorveglianza, a 2.768.000. Nei bambini sotto i cinque anni l'incidenza è quasi raddoppiata rispetto alla settimana precedente, le regioni del centro Italia sono le più colpite.

Secondo gli esperti, senza troppi dubbi, si tratta del picco di influenza più alto registrato durante il periodo invernale, con appunto migliaia e migliaia di casi al vaglio degli specialisti. Tuttavia, anche se pensare di riuscire a tenere a bada l’influenza sembra impossibile, ci sono alcuni consigli utili da seguire per evitare il contagio.

Cosa mangiare

L’alimentazione è importantissima per fronteggiare i virus stagionali: quale seguire quando si è influenzati? Una dieta leggera e mediterranea è positiva, ma si possono assumere anche probiotici come adiuvanti della risposta immunitaria. Ottime le arance, come pure tutti gli altri alimenti con vitamine del gruppo B.

Oltre la cura dell’alimentazione, anche il ricorso a rimedi naturali come il ginseng e lo zenzero è utile per combattere l’influenza. Lo zenzero, infatti, ha una potente azione antinfiammatoria a livello di tutto l’organismo: sorseggiare un decotto derivato dalla sua radice può essere molto utile quando si hanno i sintomi influenzali.

Come curarsi

Messi da parte antibiotici e antivirali (questi ultimi servono solo nei casi specifici di influenza grave, rari), come ci si cura dall’influenza? Con l’automedicazione, che però deve essere responsabile.

Farmaci da banco come l’acido acetilsalicilico e il paracetamolo vanno benissimo, ma vanno assunti con razionalità. Servono per attenuare i sintomi dell’influenza senza azzerarli, così da riuscire a seguire l’andamento della malattia e rivolgersi al medico nel caso le cose non migliorino dopo 4-5 giorni.

 

Fonte: ANSA

 

 

Condividi su:



Articoli Correlati