20 gennaio 2020

Roma. Neonata rischia di soffocare, salvata da un Carabiniere

Tragedia sfiorata nel quartiere Prati di Roma, dove una neonata ha rischiato di soffocare, ma è stata salvata da un carabiniere. È successo nel primo pomeriggio di ieri, intorno alle 13, quando la bambina, nata lo scorso 29 dicembre, ha smesso di respirare a causa di un rigurgito.

Un vice brigadiere in servizio presso la Compagnia Trionfale, Angelo Perillo, è intervenuto dopo essere stato allarmato dalle grida dei genitori. Il carabiniere, con l'aiuto del padre della piccola, ha praticato la manovra di Heimlich, riuscendo così a liberarle le vie respiratorie.

"Ho pianto di gioia e non me ne vergogno - ha commentato il vice brigadiere - Salvare una vita, se poi è di una bambina di 20 giorn appena ti riempie il cuore di mille sensazioni". La bambina è stata condotta all'Ospedale Bambino Gesù di Roma, dove è stata prontamente posta sotto osservazione.

Una storia a lieto fine che ci porta ancora una volta a riflettere su quanto sia importante conoscere e saper praticare le manovre salvavita, sui bambini come sugli adulti, un tema molto caro alla nostra Redazione, che a questo proposito ha recentemente realizzato la rubrica video "Impariamo a salvare", grazie al professionale contributo dei soccorritori di CIVES e OPI Napoli.

Fonte: Il Messaggero

Condividi su:



Articoli Correlati