06 dicembre 2019

Campania fuori dal Commissariamento. De Luca: "Ora a testa alta"

Se ne parlava ormai già da settimane, ma la notizia è ora ufficiale: la sanità campana è fuori dal Commissariamento. Dopo il sì della Conferenza Stato-Regioni, il Consiglio dei Ministri ha infatti deliberato, su proposta del Ministro dell'economia e delle finanze Roberto Gualtieri, l'approvazione del Piano triennale 2019-2021 di sviluppo e riqualificazione del Servizio sanitario regionale della Campania.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Governatore Vincenzo De Luca: "Dopo dieci anni per la Campania è un risultato storico, che apre una nuova stagione per la Sanità campana".

"Ringrazio il Governo, il Presidente del Consiglio, i ministri dell'Economia e della Salute - ha dichiarato De Luca - E ringrazio vivamente le centinaia e centinaia di dirigenti, medici, dipendenti che con il loro impegno hanno consentito di raggiungere questo risultato straordinario. Faremo nei prossimi giorni un'assemblea per ringraziare tutti, e per rilanciare nuovi obiettivi di avanzamento nell'organizzazione sanitaria".

Pochi giorni fa, l'Ordine dei Medici di Napoli si era pronunciato sull'imminente uscita dal Commissariamento parlando di "un risultato importante, pagato però a caro prezzo da chi è sul campo ogni giorno e che ora vuole giustamente vedere un concreto cambio di passo", come ha affermato il presidente dell'Ordine, Silvestro Scotti.

"Ora - ha detto ancora Scotti - ci sono le condizioni per cambiare marcia e mettere assieme le diverse opportunità con l’unico obiettivo di far rifiorire la sanità regionale, soprattutto nella percezione dei cittadini e non solo nei numeri della statistica"

Condividi su:



Articoli Correlati