20 settembre 2019

Usa. Prima vittima influenza stagionale: aveva solo 4 anni

La prima vittima dell’influenza stagionale è una bambina di soli 4 anni deceduta pochi giorni fa a Perris, in California.

Secondo i pediatri che l’avevano in cura, l’influenza è risultata fatale probabilmente anche a causa di altri disturbi cronici di cui la piccola soffriva. Si tratta, in ogni caso, della prima vittima del virus influenzale della nuova stagione 2019-2020 che è arrivato in anticipo rispetto agli anni passati.

Di solito, infatti, il virus comincia a diffondersi non prima di fine ottobre, inizio novembre.

Non ci dovremmo mai dimenticare che l’influenza può uccidere ‒ scrive in una nota il dipartimento alla salute della contea di Riverside di cui fa parte Perris ‒. Per questo consigliamo sempre il vaccino per tutti”.

Questo decesso così anticipato può essere segno di una stagione influenzale particolarmente aggressiva, secondo gli esperti che lanciano l’allarme basandosi anche sui dati dei danni provocati dall’influenza stagionale nell’emisfero Sud e in Australia che si è da poco conclusa.

Il ceppo virale prevalente sarebbe l’H3N2, forte e pericoloso. L’unica arma contro questo tipo di influenza è il vaccino che eviterebbe il contagio nelle comunità e dovrebbe essere effettuato da tutti, dai 6 mesi in su.

 

Fonte: ANSA

Condividi su:



Articoli Correlati