06 agosto 2019

Londra. Le gemelle siamesi non possono essere separate

Marieme e Ndeye sono due gemelle siamesi di 3 anni provenienti dal Senegal che negli ultimi giorni hanno toccato i cuori di milioni di inglesi con la loro storia raccontata attraverso le immagini documentaristiche della BBC.

È stato il loro papà, Ibrahima Ndiaye, a portarle in Inghilterra con la speranza di poter garantire loro una vita migliore, ma i pareri iniziali ‒ forniti a gennaio scorso dagli esperti dell'ospedale pediatrico Great Ormond di Londra ‒ lo avevano messo dinanzi a una scelta impossibile per un genitore: le piccole potevano essere operate, a condizione che si accettasse di sacrificare una delle due.

Un dilemma etico su cui il padre non ha voluto neppure ragionare, e adesso, col senno di poi, il rifiuto di papà Ndiaye alla possibilità di dire addio a una delle sue bimbe si è rivelato provvidenziale: “Prima pensavamo che Marieme dipendesse moltissimo da Ndeye ‒ hanno dichiarato gli specialisti ‒, mentre recenti osservazioni hanno mostrato che l'una dipende dall'altra per poter restare in vita; è stata una grande svolta, ma è anche bello che sia così: prima eravamo in preda al problema etico se separarle o meno, ora questo dilemma non è più sul tavolo”.

Le gemelle non possono essere operate. Le nuove analisi del caso hanno infatti dimostrato che sì, le piccole hanno due cuori e due spine dorsali ben separati, ma anche l’apparato digerente, il fegato e la vescica in comune. Non solo, il sistema circolatorio delle gemelle si è rivelato molto più interconnesso dispetto a quanto era stato diagnosticato 9 mesi fa.

Marieme e Ndeye continueranno comunque a ricevere assistenza 24h su 24 con l’aiuto di un’infermiera permanente che si è stabilita insieme alla famiglia nella nuova casa di Cardiff, nel Galles.

Il papà si dice felice della forza dimostrata dalle gemelle a cui, alla nascita, non erano stati dati più di 3 mesi di vita, e finalmente sollevato: “I dottori adesso sanno che si tratta di un caso unico e complesso”. Le piccole stanno crescendo bene mostrando nuovi progressi, “Quando una piange, l'altra la incoraggia a smettere. Continuano a crescere insieme, le mie bambine, e a darci gioia”.

 

Fonte: ANSA

Condividi su:



Articoli Correlati